Abituati a vivere sano!

Cosa significa veramente senza glutine?

alimentarsi senza glutine quello che devi sapere

Ci siamo oramai abituati a vedere sugli scaffali del supermercato di fiducia dei prodotti che riportano, in bella evidenza, il bollino o la scritta senza glutine. Avrai visto campeggiare questa espressione su qualsiasi cosa, dalle caramelle ai cracker e molti altri tipi di alimenti confezionati. Ma cos’è veramente il senza glutine?

Cerchiamo di spiegarlo in questo articolo insieme alle cose che devi sapere se vuoi avvicinarti ad una dieta priva di glutine.

Che cosa è il glutine?

Il glutine è una proteina presente nel grano e in alcuni cereali come l’orzo, la segale e il triticale, un ibrido di grano e segale. Seguire una dieta priva di glutine significa evitare cibi che contengono questi ingredienti. Anche se può sembrare semplice, abbandonare il glutine è difficile perché può nascondersi in luoghi inaspettati, come salsa di soia, aceto di malto, birra e alcune zuppe.

Perché scegliere una dieta senza glutine?

Per alcuni, alimentarsi evitando di mangiare il glutine è una necessità medica, mentre per altri è semplicemente una scelta di vita. Ci sono diversi motivi per evitare il glutine.

La celiachia

Si stima che la percentuale di persone affette da celiachia sia dell’1% anche se una metà di questi non sono diagnosticati come tali. La celiachia è una condizione in cui mangiare glutine può attivare il sistema immunitario per attaccare e danneggiare il rivestimento dell’intestino tenue. Un intestino tenue danneggiato non può assorbire correttamente i nutrienti dal cibo.

Se non trattata, la celiachia può causare seri problemi di salute. Chi soffre di questo problema deve rigorosamente evitare il glutine poiché il suo consumo può portare a problemi di salute sistemica come anemia, malattie della tiroide o persino infertilità. Per questi soggetti il ​​trattamento è rigorosamente quello di una dieta priva di glutine. Se sospetti di avere la celiachia, consulta un medico.

Sensibilità al glutine

La sensibilità al glutine di tipo non celiaca è quella condizione che si verifica quando mangiare glutine può provocare sintomi simili alla celiachia (ad esempio dolore addominale, gonfiore, diarrea o costipazione, cervello annebbiato, mal di testa) ma non danneggia l’intestino tenue. Questi individui beneficiano anche dell’evitare il glutine. Di nuovo, se sospetti di avere la sensibilità al glutine, consulta un medico.

Evitare il glutine per perdere peso

Molti VIP e personaggi dello spettacolo accreditano un regime alimentare privo di glutine come un buon metodo per una perdere peso.

Questa strategia funziona perché scegliere alimenti gluten free significa rinunciare a cibi ad alto contenuto di glutine come pane, cereali, pizza, pasta, torte, biscotti e birra. Se questa sembra più una dieta a basso contenuto di carboidrati, non lo è. Gli alimenti ricchi di carboidrati come riso, mais e fagioli sono privi di glutine. Anche le patate sono senza glutine.

Tuttavia, il glutine non fa male a tutti. A meno che tu non abbia una vera allergia o sensibilità al glutine, non ci sono benefici oltre a creare un deficit calorico.

Chi desidera seguire una dieta senza glutine, pur non avendo un motivo per cui è obbligato a farlo, dovrebbe integrare con tutte le vitamine di cui si ha bisogno, in particolare l’acido folico. Mentre la maggior parte dei prodotti a base di cereali sono fortificati con vitamine del gruppo B, la maggior parte dei cereali senza glutine non lo è. Per fortuna, ci sono molti alimenti senza glutine che contengono acido folico come verdure a foglia verde, succo d’arancia e fagioli.

senza glutine non vuol dire toglieri sfizi e piaceri a tavola

Le etichette e le certificazioni per alimenti gluten free

Se cerchi abitualmente alimenti privi di glutine avrai l’occhio allenato nell’individuare diciture come:

  • Senza glutine;
  • Gluten free;
  • Privo di glutine.

Per legge un alimento privo di glutine può essere considerato tale se la quantità di glutine al suo interno non supera i 20PPM (parti per milioni) ovvero un massimo di 20 milligrammi per kilo.

In Italia e nel resto d’Europa però esiste una apposita certificazione che sicuramente hai già visto. Si tratta del simbolo con la spiga sbarrata. Questo tipo di certificazione, denominata Reg CE 828/14 e rilasciata da enti terzi autorizzati a farlo, fornisce la sicurezza che il contenuto massimo di glutine all’interno del prodotto sia non superiore a 10PPM dando una maggiore garanzia di sicurezza al consumatore del prodotto.

La dicitura senza glutine può essere quindi trovata su prodotti che:

  • Sono ingredienti naturalmente privi di glutine (come riso o patate);
  • Non hanno una contaminazione incrociata con ingredienti contenenti glutine;
  • Contengono glutine ma durante la lavorazione è stato rimosso abbastanza glutine da essere inferiore a 20 ppm.

Il bollino con la spiga sbarrata invece si trova solamente su prodotti controllati il cui produttore ha chiesto la certificazione e che quindi non contengono più di 10 milligrammi di glutine per chilo.

Vanno evitati i prodotti che non hanno la dicitura senza glutine sulla confezione?

Ricorda che l’etichetta “privo di glutine” non è obbligatoria e quindi non hai motivo per evitare quei prodotti o ingredienti che non riportano esplicitamente questa dicitura. Se vuoi avere la sicurezza che un prodotto contenga o meno glutine ricordati di leggere la lista degli ingredienti riportata sull’etichetta.

Poi, ci sono cibi confezionati che dovresti probabilmente evitare a meno che non siano etichettati come “gluten free” perché spesso hanno ingredienti contenenti glutine. Tra questi ci sono:

  • Birra e altri alcolici a base di cereali;
  • Pane, torte, cereali, biscotti, cracker, pasticcini, pasta;
  • Caramelle;
  • Patatine fritte;
  • Salse, condimenti per insalata, sughi
  • Carni lavorate;

Alimentarsi senza glutine non significa mangiare evitando ogni tipo di carboidrato ma solo una parte di essi e alcuni altri alimenti. Per mangiare evitando il glutine basta solo un po’ di sana abitudine nel sapere cosa scegliere cosa evitare.

One thought on “Cosa significa veramente senza glutine?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.