Abituati a vivere sano!

5 cose che dovresti sapere sui vaccini

i 5 motivi della sicurezza dei vaccin covid19

I vaccini aiutano a proteggere bambini e adulti da malattie infettive che possono essere molto gravi. Essere sempre coperti grazie ai vaccini è fondamentale per mantenere la protezione, evitare il contagio e la diffusione di alcuni virus e batteri.

In questo periodo particolari molti si fanno le domande su cosa sono e come funzionano i vaccini e qui su Nuove Sane Abitudini vogliamo dare i nostro contributo nel dipanare i dubbi di coloro che ancora sono scettici.

Cosa sono i vaccini?

Sono preparati che attivano le difese naturali dell’organismo, generando immunità contro virus e batteri. In questo modo ci proteggono da alcune malattie prima di entrare in contatto con esse.

I vaccini, debitamente approvati, sono sicuri e oggi rappresentano lo strumento principale nella lotta a malattie gravi come il Covid-19.

Esistono molti vaccini che combattono la diffusione di diverse malattie tra cui:

  • Vaccino contro il covid-19;
  • Antinfluenzale;
  • Contro la malattia pneumococcica;
  • Per l’epatite A ed epatite B;
  • Vaccino contro l’herpes zoster.

Come funzionano i vaccini?

I vaccini attivano la risposta del nostro sistema immunitario, che riconosce il virus, i batteri o parte dei suoi componenti contenuti nel vaccino stesso. Quindi generano una risposta anticorpale e lasciano una memoria immunologica nel caso in cui, in futuro, si entra in contatto con l’agente patogeno che si desidera prevenire.

Perché devi farti vaccinare?

I vaccini svolgono un ruolo molto importante nel mantenimento della salute della popolazione e nella prevenzione di alcune malattie. Proteggono anche bambini e adulti che possono presentare una condizione rischiosa. Per questo periodicamente il Ministero della Salute rivede e aggiorna il Programma Nazionale di vaccinazione, che è obbligatorio. Il suo obiettivo principale è prevenire la mortalità e la disabilità dovute a determinate malattie infettive trasmissibili.

Sebbene alcune di queste malattie possano essere rare, in molti casi grazie al successo dei vaccini, oggi vari virus e batteri possono circolare in diverse parti del mondo. Causano malattie infettive per infettare coloro che non sono protetti dalla vaccinazione.

Quali reazioni può produrre un vaccino?

La maggior parte delle reazioni associate al vaccino sono lievi e transitorie, generalmente costituite da una leggera febbre, dolore temporaneo o gonfiore nella zona della puntura. Quest’ultimo può essere trattato con l’applicazione di un impacco freddo. Se il dolore è significativo, può essere somministrato un analgesico o antinfiammatorio come il paracetamolo o l’ibuprofene.

Gli effetti avversi più gravi sono estremamente rari, circa un caso su un milione di dosi, a seconda del vaccino. Questo è molto inferiore agli effetti prodotti dalla malattia stessa da cui si cerca di proteggere.

i vaccini mRna contro il covid-19 sono sicuri
I vaccini contro il covid-19 sono sicuri

I vaccini sono sicuri?

Tutti i vaccini approvati sono sottoposti a rigorosi studi multifase prima di essere utilizzati e, una volta commercializzati, continuano ad essere regolarmente valutati per possibili effetti avversi. Devi sapere che, se smettiamo di vaccinare, molte vecchie malattie che ora non rappresentano alcun rischio per la salute potrebbero ricomparire.

Alcuni vaccini non sono obbligatori e la loro prescrizione dipenderà da caso a caso in particolare in base a parametri quali età, stato di salute e stile di vita delle persone.

Vaccinazione contro il Covid-19

Il processo di generazione e approvazione di un vaccino può durare più di 10 anni. Tuttavia, la collaborazione tra diversi Paesi e aziende ha permesso di avere il vaccino contro il Covid-19 in tempi record, in maniera accelerata ma non rischiosa poiché tutte le consuete fasi nello sviluppo di un nuovo vaccino sono state completate. Ciò contribuirà a controllare efficacemente la malattia poiché più persone vengono inoculate.

Si stima che per avere un effetto significativo, dovrebbe essere inoculato circa il 70 o l’80% della popolazione del paese. Quindi, è molto importante che nel frattempo le misure di prevenzione conosciute continuino ad essere rigorosamente seguite. Uso corretto della mascherina, igiene frequente delle mani, distanza sociale, aerazione degli spazi, evitare luoghi affollati di persone, prediligere le attività all’aperto, limitare la mobilitazione alle attività essenziali e non uscire se si è malati o con sintomi.

One thought on “5 cose che dovresti sapere sui vaccini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.